Assertività

L’Assertività è un modello di comportamento basato sul rispetto di sé e delle proprie idee: mantenere il nostro punto di vista quando tutti gli altri la pensano in modo diverso significa essere una persona assertiva.

Ciò non sottintende un atteggiamento egoista o egocentrico, ma semplicemente la capacità di rispettare i nostri pensieri ed i nostri bisogni anche quando essi si scontrano con quelli degli altri.

Dire “no” quando non possiamo fare ciò che ci viene chiesto, semplicemente perchè ci sentiamo troppo stanchi o perchè siamo in disaccordo, è il modo migliore per rispettare la nostra persona senza sentirci in colpa. D’altronde, fare qualcosa solo perché ci sentiamo costretti e non perché abbiamo il piacere di farlo, non è certo sintomo di altruismo.

Si può dunque affermare che la persona assertiva si pone in un punto d’equilibrio tra un atteggiamento aggressivo ed uno passivo, cioè tra la posizione di chi segue i propri bisogni e le proprie idee passando sopra qualunque pensiero e necessità altrui, e tra chi rimane ancorato e soggetto alle esigenze ed alle aspettative degli altri.

L’Assertività vive proprio all’interno di questi due atteggiamenti contrapposti, in una posizione che consente di rispettare in primo luogo sè stessi, senza però prevaricare i bisogni altrui.

Come tutti gli equilibri, un atteggiamento assertivo non è sempre semplice da raggiungere. Esso presuppone una buona autostima che consenta si essere sempre e comunque consapevoli che avere rispetto della propria persona, delle proprie idee e necessità sia di fondamentale importanza.

Occorrono inoltre buone doti comunicative per fare in modo che all’esterno tale comportamento non appaia come egoista, ma come l’espressione del diritto innato di farci valere in ogni situazione e la capacità di assorbire le critiche che inevitabilmente ci verranno mosse dall’ambiente circostante.

Anche saper ascoltare è un elemento fondamentale: troppo facile lamentarci per il fatto che nessuno ci capisce, occorre essere i primi a prestare attenzione a chi la chiede, anche perchè l’ascolto e la comprensione delle idee altrui è presupposto imprescindibile per poterci contrapporre con un atteggiamento assertivo.

Inoltre, assumerci i rischi di ciò che diciamo e dei comportamenti che attuiamo, aiuta a dare un senso di serietà ed importanza alle nostre azioni così come saper ammettere i nostri sbagli e da essi imparare.

Ulteriore aspetto del comportamento assertivo è saper muovere critiche in maniera costruttiva, obiettiva e giustificata in modo da manifestare razionalità e quindi sicurezza.

Essere assertivi è dunque fondamentale per il raggiungimento di un benessere psicologico generale e costruttivo.
Essendo un aspetto fortemente caratteriale, molto spesso è innato, altre volte può essere il risultato di un intervento psicologico che ci aiuti ad apprendere tutte quelle tecniche comportamentali che portano ad avere tali caratteristiche. Un sostegno per liberarci di tutti quei limiti che portano a concentrarci all’esterno invece che nella nostra interiorità. Limiti che spesso acquisiamo sin da bambini, dove la parola “devi” è utilizzata per la quasi totalità delle conversazioni.

Articoli su Assertivita'

Solitudine del riccio - Dott.ssa Lucia Cavallo

Notizie su Assertivita'

No feed items found.