Educazione dei Figli

Le librerie sono piene di manuali che suggeriscono come educare i propri figli, regole da seguire, divieti da far rispettare, piccoli e grandi suggerimenti per condurre nel miglior modo possibile ciò che a ragione viene considerato “il mestiere più difficile del mondo”, appunto quello del genitore.

In effetti essere dei buoni genitori non è per nulla facile né tantomeno scontato, anzi, nella società moderna l’educazione dei figli sembra essere diventato uno dei problemi più diffusi soprattutto quando succedono fatti particolarmente spiacevoli o quando ci accorgiamo che nostro figlio sta prendendo una strada del tutto diversa da quella che avremmo voluto.

Sono una buon genitore? Perchè mio figlio non mi rispetta? Cosa ho fatto di sbagliato? Quali sono stati gli errori che hanno portato a questo?

Tutte queste domande sono molto frequenti e non è sempre possibile trovare risposte univoche e precise. Vi sono però delle linee guida che si possono tenere a mente e che un professionista può aiutare a sviluppare e capire per poi metterle in pratica in maniera proficua.

  • Far rispettare le regole: non ha solo la funzione di evitare un comportamento che consideriamo “negativo” (ad esempio gli spuntini prima dei pasti principali) ma rappresenta un modo per abituare il bambino al fatto che nella vita ci saranno sempre delle regole e che esse, anche se non piacciono, vanno rispettate.
  • Mantenere le promesse: rappresenta un modo per avere credibilità agli occhi dei figli e, poiché solitamente i bambini seguono i comportamenti dei genitori, anch’essi impareranno che le promesse vanno sempre mantenute.
  • Dedicare tempo e saper ascoltare: è vero che il tempo che si passa con i propri figli non si può misurare in termini di quantità, ma è altrettanto vero che la qualità non può essere il solo punto di riferimento. Per capire il proprio figlio occorre comunque tempo.
  • Non usare violenza: rispettare certe regole perchè minacciati dalla violenza non porta molto lontano anche si molti ritengono che qualche punizione corporale sia uno strumento valido ed efficace. Considerazione alquanto discutibile.
  • L’autonomia concessa va misurata: dire di no a tutte le richieste anche quando non vi sono ragioni valide per farlo, può rendere nostro figlio insicuro, così come lasciarlo troppo solo e consentire ogni sua richiesta lo può far sentire quasi disorientato.
  • Proibire spiegando il perchè: farà apparire le nostre scelte giuste e comprensibili anche suoi occhi.

Articoli su Educazione Figli