Disturbi dell'Umore

L’umore indica l’emotività, lo stato d’animo in cui ci troviamo (tristezza, felicità, apatia, preoccupazione ecc…) e dipende in gran parte dalle nostre caratteristiche intrinseche, genetiche e cognitive, è dunque estremamente soggettivo.

Quando l’umore subisce ripetute flessioni e presentiamo stati d’animo continuamente alternati senza una giustificazione legata ai normali e fisiologici momenti di sconforto o di gioia che si susseguono nella vita quotidiana e dagli stimoli che riceviamo, si può parlare di “Disturbi dell’umore”: una delle patologie più diffuse che interessa sia uomini che donne, con una leggera prevalenza di quest’ultime).

Essi riguardano dunque le alterazioni dell’umore, comprendendo in tali “alterazioni” un vasto elenco di patologie che incidono sul nostro stato d’animo e che ci possono portare ad avere notevoli problemi personali e forti disagi relazionali.

Il suo manifestarsi infatti, si ripercuote in tutti gli ambiti in cui viviamo (lavorativo, scolastico, familiare ecc…) e le conseguenze possono essere davvero molto pericolose.

A livello neurologico, l’umore è regolato da particolari reazioni chimiche. In particolare è stata individuata e stabilita la connessione tra certi neurotrasmettitori come la serotonina dopamina e la noradrenalina.

Si può dunque affermare che l’umore è il risultato di una complessa serie di elementi neurologici (che a sua volta comprendono tantissimi e delicati equilibri a livello ormonale e cerebrale) ed ambientali.

I fattori che possono rompere o sfasare questo delicato equilibrio sono numerosi ed è di fondamentale importanza, ai fini di una buona terapia, riuscire a stabilire quali di essi abbiano causato la disfunzione.

Accanto alle altalenanti manifestazioni umorali, vi possono essere inoltre una serie di altre implicazioni come ad esempio la scarsa autostima che si viene a creare, la quasi assenza di socializzazione ed altri disturbi che possono toccare anche quelli del sonno, dell’alimentazione e d’ansia.

Da considerare poi che, se non si interviene in modo adeguato e tempestivo, tale disturbo può cronicizzarsi, e con il tempo possono aumentare anche i rischi di incorrere in altre problematiche come l’abuso di sostanze stupefacenti, alcoliche o addirittura, quando il disturbo dell’umore si incarna nella depressione, anche in tentativi di suicidio.

Elenco Psicologi che se ne occupano

Articoli su Disturbi Umore